Home / Food  / Gli struffoli di Natale

Gli struffoli di Natale

struffoli2

struffoli2

Buoni, allegri e decisamente natalizi! Ecco come preparare gli struffoli con semplici passaggi!

Immancabili nel menù di Natale, gli struffoli sono dolci tipici della tradizione napoletana ed anche salernitana. Dolci e coloratissimi, perché non inserirli anche nel buffet di una promessa (magari a tema natalizio) oppure nel menù di nozze? Delizieranno il palato di grandi e piccini!

 

L’origine: Grazie alla loro forma tondeggiante il nome dello “struffolo”, ossia della pallina che compone il dolce, deriverebbe dal greco, precisamente dalla parola στρόγγυλος (stróngylos, pron. “strongoulos” o “stroggulos“) che letteralmente significa “di forma tondeggiante”. E, dunque, nonostante la tradizionale preparazione campana pare proprio che siano stati i greci, ai tempi della Magna Grecia, a tramandare questo dolce fino a noi, infatti,  nella pasticceria greca esiste un dolce simile chiamato loukoumas (che significa “ghiottonerie”). Secondo altre ipotesi l’origine degli struffoli deriverebbe dalla  cucina spagnola da far risalire al periodo del vicereame spagnolo a Napoli, infatti, anche in andalusa c’è un dolce simile chiamato il piñonate che ha però delle palline di pasta più allungate. 

struffoli 2

Ecco la ricetta tradizionale per preparali ancora una volta e presentarli a tavola il giorno di Natale.

Ingredienti: 600 gr di farina, 4 uova ed un tuorlo, 2 cucchiai di zucchero, 80 gr di burro, un bicchierino di rum o limoncello, la scorza di mezzo limone grattuggiata, un pizzico di sale, ed olio q.b. per friggere; per la decorazione 400 gr di miele, confetti colorati e diavoletti, 150 gr di frutta candita.

Procedimento: Su di un piano di lavoro disponete a fontana la farina ed aggiungete le uova, il burro, lo zucchero, la scorza di limone grattuggiata, il liquore ed il pizzico di sale. Amalgamate bene il tutto formando poi una palla di impasto e lasciatela riposare per circa mezz’ora. passato il tempo necessario per far riposare l’impasto, riprendete a lavorare la pasta e dividetela in diverse parti da cui poter ricavare tanti bastoncini di pasta spessi circa un dito. Dai ogni bastoncino di impasto ricavate, tagliandoli, tanti piccoli tocchetti di pasta da porre su di un piano infarinato senza sovrapporli. Prima di passare alla fase della frittura prendete i tocchetti di pasta e passateli in un setaccio per eliminare la farina in eccesso. Successivamente, prendete i tocchetti di pasta pronti ed immergeteli in abbondante olio già caldo ed appena gonfi e dorati toglieteli dalla padella e lasciateli sgocciolare su una carta da cucina assorbente per eliminare l’olio in eccesso. In una pentola capiente ed a bagnomaria fate poi sciogliere il miele ed unitelo agli struffoli rimescolandoli delicatamente. Adagiate gli struffoli amalgamati con il miele su di un piatto ed aggiungete i diavoletti e la frutta candita per decorare il dolce. Ecco fatto, gli struffoli sono pronti per essere assaporati! 

 

Photo di nataliaaggiato on Pixabay 

info@salernowedding.it